Utilità


Una volta cotte le perle in pasta polimerica è, ahinoi, necessario levigarle per togliere tutte le imperfezioni  (ad esempio le impronte digitali)

progetto pasta sintetica penna biro

Si inizia quindi con una carta abrasiva 400 (se si utilizzano guanti e non ci sono particolari imperfezioni si può saltare questo passaggio) bagnata, che si può posizionare su una piastra coperta da un centimetro d’acqua e su questa grattare le perle. L’acqua serve a togliere la polvere di pasta sintetica, che è decisamente meglio non respirare.

Si passa quindi alle carte più fini: 600, 800 arrivando anche a 1200 per una super smerigliatura.

Oltre alla carta abrasiva esistono tessuti abrasivi e anche spughette abrasive.

Non preoccupatevi se alla fine del procedimento le perle sembrano orribilmente opache, la lucidatura eliminerà la patina bianca a farà tornare a splendere i colori!

Per rendere meno noioso e lento il procedimento è possibile utilizzare uno spazzolino elettrico come spiegato sul blog PlanetJune, in inglese, ma con le foto di tutti i passaggi

Annunci

File pdf con tutte le forme dei dischi della siringa extruder per pasta modellabile prodotta da Makin’s

Bail – Ganci pendenti

Bake – Cuocere

Bead – Perla

Brad cup – Coppetta

Bead rollers – macchine per fare le perle

Bead tips – Coprinodo

Bells – Campanelli

Bookmark – Segnalibro  (altro…)

Comoda calcolatrice per conoscere le dimensioni da dare alle miniature

http://www.1129.it/convertitore_miniature.htm